Villa Barni il Feudo di Roncadello - Villa Barni

VILLA BARNI CORRADO
Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Villa Barni il Feudo di Roncadello

storia
 

Il Feudo di Roncadello



Nell’anno 1786, nel Feudo di Roncadello, di proprietà del Sig. Conte Giuseppe Barni, abitavano 378 anime, la maggior parte nelle cascine, come risulta dal documento a firma del Rettore della Parrocchiale di Roncadello "Gio" Corneliani.- 6 Ottobre 1786-
L’anno 1787, va ricordato anche per la conclusione di una causa pendente innanzi al R. Tribunale d’Appello tra il Nobile Sig. Conte Don Giuseppe Barni Patrizio Lodigiano col Nobile Sig. Conte Don Antonio Barni suo Figlio, difeso dal Senatore Verri di Lodi, nella quale causa, il figlio Conte Antonio chiedeva l’interdizione del Padre Conte Giuseppe da tutti i poteri e del Feudo di Roncadello.
Nel 1776 entrambi furono chiamati a Vienna, dall’Augusta Regina Imperatrice, per cercare, sotto il Suo Augusto giudizio, una degna soluzione al caso. Passarono due anni di cause innanzi ai tribunali, affinché il Padre Conte Giuseppe riuscisse ad ottenere la giusta ragione.
     


 
 
 
Villa Barni Corrado di Roncadello, via Barni, 3  - 26010  Dovera (CR) -  C.F. 82007170192
Torna ai contenuti | Torna al menu